Home Page

Tanti anni fa un gruppo di pastori era pronto per recarsi verso le calde terre del Sud. Tradizione vuole che a ogni pastore la propria amata regalasse una bisaccia con dolci panelli fragranti a base di mandorle e miele: uno per ogni mese lontano da casa. La leggenda racconta che il gruppo di pastori che conduceva il gregge verso le terre pugliesi venne aggredito da un orso che preferì  mangiare i panelli lasciando libere le pecore.

ll nome Pan dell’Orso è un regalo del poeta scannese Marco Notarmuzi.

Oggi Pan dell’Orso è una specialità scannese; un dolce che regala il sapore della tradizione e parla del territorio.